Storia e Cultura

L’isola di origine vulcanica ha dato origine al mito di Tifeo, il gigante ribelle che erutta fiamme e che Zeus vi confinò. La storia di Ischia ha origini che risalgono al 770 a.c. Anno in cui alcuni greci provenienti dall’Eubea vi si stabilirono chiamandola Pithecusae. L’etimo è da ricondurre a pithos, che significa orcio, vaso, un termine che alludeva alla natura commerciale dell’insediamento. Ischia nei secoli è stata la culla di più civiltà: Greci, Etruschi, Romani, Bizantini e poi Normanni, Svevi, Angioini e Aragonesi che si sono succeduti lasciando tracce evidenti delle loro culture e civiltà.

Se fai una vacanza a Ischia, visita il Museo Archeologico di Pithecusae di Villa Arbusto, che raccoglie notevoli testimonianze delle varie civiltà presenti sull’isola dalla Preistoria all’età Romana, permette di ammirare la famosa Coppa di Nestore: un reperto archeologico di straordinaria importanza poiché riporta uno degli esempi più antichi di scrittura greca – databile intorno al VIII secolo a.C. – con un epigramma tratto dell’Iliade di Omero.

Da non perdere durante la tua vacanza a Ischia il Castello Aragonese, forse il monumento più suggestivo di Ischia, situato a picco sul mare su un isolotto di origine vulcanica. Il Castello, costruito come castrum nel 474 a.C., nel XIV secolo ha raggiunto il suo massimo splendore, e oggi è sede di mostre d’arte e di festival musicali e cinematografici.